12.10.16

HAPPYNESS MOOD: PER ESSERE FELICI BISOGNA APPLICARSI


Se c'è una cosa che ho capito, è che per ottenere dei risultati bisogna farsi il culo.
E questo vale anche per il proprio stato d'animo. 



Opinione comune, è pensare alla felicità come qualcosa da raggiungere e toccare con mano, ma il problema è che se guardiamo il concetto nella sua totalità è un vero e proprio casino.



Ma qual'è l'atteggiamento giusto?
 
Per prima cosa, i meccanismi cerebrali funzionano al contrario e il benessere soggettivo non sempre coincide con quello emotivo. Per questo, di fronte aspettative, obiettivi, che secondo "noi ci faranno essere tremendamente felici" è facile rimanere intrappolati, o farsi venire l'ansia se poi non possiamo raggiungerli.
Care amiche, il 60 per cento della felicità è determinata da i nostri geni e dall'ambiente, il restante 40 per cento dipende solo da noi.

In pratica, dovremmo iniziare a concentrarci su quello che ci rende felici ogni giorno e non su quello che ci aspettiamo dall'esterno.

Pinterest.
Io ho capito, che dovremmo rivedere il nostro modo di interpretare gli eventi. E' vero, che esistono persone con la tendenza ad essere più pessimiste e altre più ottimiste, ma non significa che i primi dovranno essere per sempre infelici e gli altri vivere nel fantastico mondo di Alice.

Dal canto mio, anche se mi definirei abbastanza ottimista, posso affermare di aver avuto la mia bella dose di cacca ben distribuita nel tempo: amori travagliati,(perchè anche il maschio ha dato da lavorare), matrigne come le streghe di eastwick e faide familiari importanti. Ogni volta mi dicevo "tutto passa", con una modalità perlopiù da bradipo che da leone


pinterest
Poi, qualche mese fa uno dei miei più cari amici è venuto a mancare talmente improvvisamente da rimanere senza fiato. Questo lutto così intenso, mi ha fatto capire il vero significato "oggi ci sei, domani non puoi saperlo", e dell'importanza di un atteggiamento positivo. Ho cercato con  tutta me stessa di applicarmi un pò di più e iniziare a godere di quello che riteniamo banale e scontato.

 LA FELICITA' E' UNA DISCIPLINA:  
E' NECESSARIO ESERCITARSI

Ho smesso di preoccuparmi troppo di quello che ancora non ho: insomma la vita è piena di momenti felici, e per coglierli bisogna impegnarsi.
Come?
Esco dagli schemi: i miei, i loro e quelli della società, posso continuare ad essere esigente ma non perfetta: spesso è più semplice vivere all'interno di uno schema, che viverne senza.

Ho imparato a dirmi più volte "perchè no" piuttosto "non so se potrei"e ho capito quanto il fare mi faccia sentire bene. 


Inoltre, care amiche smettiamo di sentirsi sempre al centro dell'attenzione e non facciamo le vittime, il mondo non gira intorno a noi: anche questo è un altro modo per essere felici.


Detto tutto questo, non vorrei pensasse che il mio mondo è improvvisamente diventato di pan di zucchero,o che le mie palle abbiano smesso di girare, ecco, sarebbe una balla grande come casa, diciamo solo che ho iniziato veramente a dare importanza a quello che conta davvero. 
Il resto, lascio corree. 

LA FELICITA' NON VA MERITATA 
E' DENTRO OGNUNO DI NOI 
 
                                      
Proprio per questo, come auguro agli altri di esserlo. 
Oggi ho scelto di meritarlo.



9 commenti :

  1. Tu scrivi sempre cose di gran senso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie ..non lo so cerco di provarci essendo me stessa

      Elimina
  2. Hai scritto la pura e semplice verità, complimenti. Purtroppo ce ne rendiamo conto quando siamo di fronte a cose più grandi di noi e che non possiamo "gestire"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo è così. vorrei che le persone intorno a me riuscissero ad applicarsi ma non è semplice grazie del tuo commento

      Elimina
  3. Hai assolutamente ragione. Mio papà è mancato l'anno scorso e da lì mi è scattato dentro qualcosa. Qualcosa che mi diceva di non rimandare più, ma di fare, di essere, e di essere felice. Ora ti condivido subito!
    Silvia
    www.sognavocarriebradshaw.com

    RispondiElimina
  4. Ci sono pillole di felicità anche in un barattolo di cioccolato.
    Giusto per quando non riusciamo ad accendere la luce dentro di noi.
    Ma ce la possiamo fare.

    RispondiElimina
  5. Ho preso un sacco di cacca nella mia vita, anche se io sono un pò più maleducata e la chiamo merda.
    Quando ho iniziato ad essere ottimista, le cose hanno iniziato a girare bene..chissà se è un caso :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email

 

Google+ Followers

Translate

Visualizzazioni totali

Lettori fissi

Blog Archive