22.6.16

L'UOMO TRAGHETTATORE: IL PEGGIORE DEGLI GLI STRONZI

La verità tra le verità è che quando ti ritrovi con le tue amiche, se ti va bene parlerai di come lui non abbia ancora capito la questione delicata della raccolta differenziata, se invece ti va male affronterai l'ennesima dipartita dell'ultimo Stronzo. 

                                        POCHE DI LORO RACCONTERANNO DI 
                              AVER FATTO UN MERAVIGLIOSO E GRANDIOSO SESSO. 



         In pratica, sia che tu sia single o fidanzata, la questione stronzo è sempre aperta.

Come affrontato in precedenza, è quasi inevitabile inciampare su un bastardo, ma a volte ne esistono alcuni, che si travestono di belle parole, promesse a lungo termine e progetti di vita insieme.
Peccato che tutto questo non si verificherà.

Lui è il cosi detto traghettatore.


Decretato come il peggior tra gli stronzi, si presenta sofferente, lamentoso e bloccato all'interno della propria relazione
(E fin qui niente di tanto diverso da tutti gli altri).

Lui, desidera essere felice e passare la sua vita accanto alla persona che ama davvero, e tu sembri rappresentare tutto questo. Ma da solo non ne è capace, ha bisogno di te, della tua presenza, e che tu lo accompagni durante il lungo percorso che lo porterà verso la separazione.

In verità non dovrà chiederlo, saremo già lì, abbiamo passato momenti peggiori a gratis, e oggi lui fa qualcosa per noi, affiancarlo e aiutarlo durante il duro allontanamento da casa è un dovere di donna e amante.

ATTENZIONE però, quando penserete che niente potrà mettersi nel mezzo, allora qualcosa inizierà a cambiare.

A tal proposito, non so quanto questo cambiamento sia legato a qualche nostro comportamentforse semplicemente la vita in due è ben diversa dalla favola dell'essere amantifatto sta che l'uomo traghetto coglierà questi momenti come motivo per dirvi, anzi per dirsi che forse non siete la persona giusta.

INIZIERA' A TIRARE I REMI IN BARCALUI NON SI SENTE PIU' SICURO DI VOI, DI TE.  

Semplicemente come vi ha scelto, vi molla e se ne va. 
Tutto l'amore e le promesse fatte vengono sostituite con la frase dell'anno: "credevo che tu fossi diversa".

L'uomo traghetto alla fine è questo, necessita di essere accompagnato verso il grande passo, purtroppo voi siete state idealizzate, ecco perchè al primo problema lui sparisce.

Quando si parla di amore c'è sempre un margine di rischio, ma ci sono casi in cui è importante guardarsi e analizzare se la responsabilità della nostra sofferenza non è anche un pò nostra.

A riguardo soffermiamoci su alcuni dettagli:


- Per prima cosa, in molti si separano, non è cosa alquanto unica. Smettiamo di credere che sia un cucciolo da salvare e che ciò che sta vivendo li stravolgerà la vita tanto da avere bisogno dell'accompagnamento, in linea di massima sta lasciando sua moglie per un'altra. 

- in secondo luogo, dovremmo iniziare a pensare al contrario: tipo ma a noi donne occorre l'insegnante di sostegno quando ci ritroviamo nella merda, magari sole, e con figli sempre con noi? 


Quindi, il punto focale amiche è: il vostro uomo va amato, non salvato, ma soprattutto quell'uomo non comincerà a volervi solo perchè cercate di assecondarlo in ogni cosa in ogni dove. 


Amatevi, non permettete di farvi traghettare.

4 commenti :

  1. Per fortuna l'uomo traghetto ha una grande e inconscia capacità: unire ancora di più noi donne in una grande alleanza anti-uomo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si ma qualcuna che ci crede ancora esiste purtroppo

      Elimina
  2. Alla fine ogni donna sa, dentro di sè chi è l'uomo giusto: quello che ti rispetta e ti ama veramente...

    RispondiElimina
  3. dovrebbe...ma se esistono ancora mi sa che qualche donna idealizza e spera da sola ...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email

 

Google+ Followers

Translate

Visualizzazioni totali

Lettori fissi

Blog Archive