4.8.15

GLI AUTOGOL FEMMINILI. LE OTTO COSE DA NON DIRE SE TI PIACE QUALCUNO

Desiderare di intraprendere una relazione, o anche pensare di voler creare qualcosa con qualcuno che ti piace, non è cosa alquanto banale.

In molte occasioni, noi donne, dopo essere uscite con qualcuno e averci fatto sesso tendiamo a complicarci l'esistenza con definizioni ed etichette.

Benetton.com

Siamo diverse dagli uomini, a loro le complicazioni non piacciono. 
Non si preoccupano di dare un nome o di spiegare il come e il quando. 

Loro sono semplici, non pensano, specialmente dopo il sesso.

A riguardo, dovremmo fare attenzione ad eludere alcune frasi, gesti o ricerche di certezze, proprio per evitare delusioni e ritrovarci a fare i così detti: autogol.

Credo, che perlomeno una volta nella vita sia successo a tutte.

L'autogol, in un amore appena nato, si verifica, quando noi, amanti del controllo e dell'estremo bisogno di capire, iniziamo a far girare il cervello, e senza accorgersene abbiamo appena detto o fatto qualcosa di terribilmente stupido.


RICORDATELO LORO NON PENSANO
NOI, D'ALTRO CANTO LO FACCIAMO TROPPO

nonsidicepiacere.com

E visto che l'esperienza insegna, ecco alcune cose da non dire prima,durante e dopo.

1. Al primo appuntamento, per nessun motivo al mondo è necessario chiarire il concetto che non andrete a casa sua. 
Per prima cosa, se poi siete colte dalla passione e non rispettate cosa avevate detto in principio, passerà un immagine di incoerenza. In secondo luogo, lui potrebbe anche pensare "ma chi te l'ha chiesto", oppure farsi l'idea che vi è già capitato e che quindi vi concederete facilmente. 

2. I tempi per potervi definire una "coppia" sono decisamente diversi. 
Il domandare cosa siamo alla quinta uscita è fuori luogo. Lui non lo sa, nè tantomeno voi. Non ne siete innamorate, quindi smettete di pensare e concentratevi sul momento presente, il futuro dipenderà da questo.

3. Siete usciti qualche volta insieme, e ci avete fatto sesso. Lui non vi chiama quanto vorreste, o sceglie di trascorrere il suo tempo libero con gli amici invece che con te, evitiamo di farli notare che vi "trascura" e che voi invece per vederlo fate i salti mortali. Se non desiderate ricevere una risposta ovvia: "ma io non ti ho chiesto di fare niente", è importante sapere che prima del noi, c'è sempre un io

4. Attente alle domande che fate. Chiedere "perchè sei strano?", "ti vedo cambiato?", o "non mi cerchi mai", hanno il solo potere di creare ansia e dare origine a ovvie bugie. Se il motivo, è quello di fare chiarezza, l'unica cosa che otterrete sarà quella di apparire troppo insicure di voi. 


5. Non ostentiamo troppa sicurezza, nè arroganza sulle nostre capacità, lasciatevi scoprire con la giusta calma. Non siamo uniche, siamo solo diverse le une dalle altre.


6. Cercate di apparire una preda piuttosto che una predatrice seriale. Le allusioni sessuali noi donne non dovremmo farle neppure se abbiamo dimenticato l'ultima volta che abbiamo fatto sesso. Concentriamoci su ciò che seduce di più, uno sguardo, un'intesa un lieve rossore per far capire all'altro cosa desiderate.

7. Non si fanno regali, senza un motivo apparente o un'eventuale ricorrenza. Lasciate questo compito all'uomo. Potrebbe essere un motivo di disagio e probabile fuga.

8. Dal momento che decidete di uscire e trascorrere una piacevole serata, cercate di non lamentarvi della vostra vita, o di drammi amicali e esistenziali: queste informazioni lasciamole alle amiche o a chi ci conosce meglio. 
L'altro, è più facile che capirà che siete dei lamenti cronici o che la vostra vita possa essere un disastro. 



Sulla scia di una conversazione in spiaggia con un uomo, ho creato questo post. 

Ho pensato a tutte noi, alle nostre cadute e al continuo credere che non esistono gli uomini di una volta. 

Ma forse non stiamo sbagliando qualcosa? 


2 commenti :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email

 

Google+ Followers

Translate

Visualizzazioni totali

Lettori fissi

Blog Archive