3.6.15

Scegliere un Terapeuta.Quanto possono influire i Social.

Qualche mese fà, la mia amica e collega Elena Jane autrice di Theyummymum nel suo stato di facebook sollevò un quesito che più o meno diceva questo: "Se il terapeuta possiede un blog pubblico o profili social accessibili, tutto questo quanto può influenzare su un paziente?"

Da questo, nacque un breve scambio di opinioni, perchè ciò che lei aveva scritto, io l'avevo provato sulla mia pelle. Da quel preciso evento è trascorso del tempo, ma nel frattempo sono emerse alcune domande, perché anche se siamo in continua evoluzione alcuni stereotipi mentali non cesseranno di esistere.



Quando cerchiamo un dottore di qualsivoglia disciplina, non ci interessa che vita faccia, che posti frequenti, ne' tantomeno se abbia un profilo social (che quasi sicuramente possederà).
Quando invece il dottore in questione è uno psichiatra o uno psicologo allora tutto prende decisamente un'altra piega.

Cosa ci fà pensare che i dottori della mente appartengono ad una categoria a parte?



Purtroppo questo è il messaggio che ancora oggi viene trasmesso in relazione a chi soffre di un disagio psicologico o di un disturbo mentale. 

La scelta del terapeuta, deve basarsi su ciò che riesce a trasmetterti e su come ti senti con Lui. Inoltre, nel momento che si sceglie di intraprendere un percorso psicologico sarà importante la professionalità e le capacità risolutive.

A mio parere, credo che quanto possa influenzare il conoscere dettagli di vita privata del proprio terapista, dipenda dal singolo individuo e non da una regola generale. 



Il codice deontologico afferma di non includere nella terapia amici, o familiari, ma se la conoscenza è parziale o limitata, questo non significa che non ci potrà essere un potenziale legame terapeutico.

In base alla mia esperienza clinica, ho constatato che non esiste un modello uguale per tutti. In alcuni casi, è stato utile condividere aspetti della mia vita privata, proprio per normalizzare eventi e situazioni, con lo scopo di fortificare la relazione terapeutica ma anche infondere ottimismo e fiducia

Ad oggi, adilà dei riscontri positivi e altri negativi, legati al mondo Social, credo che ciò che ancora influisce sia solo il grande Tabù verso i dottori della mente.

2 commenti :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email

 

Google+ Followers

Translate

Visualizzazioni totali

Lettori fissi

Blog Archive