19.12.14

Amore difficile:Sindrome della Principessa triste.


"La più grande malattia di tutti i tempi è l'amore."
Ognuno di noi ne è afflitto e pur quanto noi la combattiamo e lottiamo per non averla, essa si ripresenta come uno dei più classici raffreddori di inizio stagione.

Weartit.it
Amare e saperlo fare sono indice di un elevato e complesso insieme di capacità, che molti tendono a sottovalutare. 
Infatti, è cosa comune ascoltare storie di donne, che lamentano di non aver saputo trovare l'uomo giusto, o di avere avuto storie poco soddisfacenti, tanto da farle rimanere sole.
E' possibile che siano state sempre sfortunate?
Potremmo dire forse.

Da un punto di vista psicologico queste donne vengono denominate come "le principesse tristi".
Ragazze, giovani donne, spesso anche molto attraenti, che non riescono a concedersi nel rapporto di coppia, tanto ad arrivare al totale allontamento. Avranno la tendenza a giustificarsi con frasi "non era il mio tipo" , "non era un vero uomo" o "non è stato così travolgente".

 
Aliceandmyworld.blogspot.com
Si aspettano storie d'amore folgoranti, e molto romantiche, sognano che il principe azzurro le salvi e le faccia vivere felice e contenti. 
D'altro canto però, sono diffidenti e sospettose, chiuse verso l'altro, desiderano un'amore a senso unico. 

L'insieme di questi atteggiamenti, verrà interpretato come una mancanza da parte dell'altro di entrare davvero in sintonia con loro, considerando il maschio in questione, come poco appetibile.

Molti uomini tenderanno a darsi alla macchia, ma ce ne saranno altri che ne saranno affascinati, tanto da rimanere intrappolati nella rete dell'insoddisfazione.

Ma allora è basato unicamente sull'amore?
Tutto ruota intorno ad esso, e a quanto riusciamo a investire nell'altro. Ma per farlo dobbiamo rischiare e per rischiare è necessario avere coraggio.

E il principe azzurro?

Alla storia che il principe quando arriva ci libererà, non ci ho mai creduto, anzi non so neppure come si fa a riconoscerlo. Ciò che è importante è la creazione di una complicità emotiva fondamentale in un rapporto di coppia.

Purtroppo la mancanza di sapersi abbandonare all'altro, porta le principesse tristi a pagare un prezzo elevato: quello della felicità. Perchè, il rimanere in attesa che qualcuno le salvi le condurrà in direzione di inevitabili aspettative disattese.



In verità, credo che non esisterà e non basterà un principe azzurro, se ciò che desideriamo non incontra, nella realtà il desiderio dell'altro.














5 commenti :

  1. ciao, volevo chiederti se anche le donne che si imbarcano in storie impossibili (come ad esempio uomini che sono stati già sposati, con figli, e anche infedeli) convinte che con loro sarà diverso, rientrano nella categoria delle principesse tristi?
    grazie per la tua risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non proprio. Per coloro che mi hai descritto tenderanno perlopiù ad andare avanti per mere congetture.E' vero ciò che affermi l'idea che con loro sarà diverso, è quello che le tiene vive all'interno del rapporto.Putroppo tutto dura molto poco, Sono perlopiù caratterizzate da una personalità dipendente, fanno fatica a lasciare andare il partner nonostante tutte le difficoltà.sono donne che investono in modo sbagliato, questo produce un'idea quella di fallimento del rapporto.
      Spero di averti risposto e grazie della tua visita

      Elimina
  2. grazie, sei stata molto gentile, effettivamente una delle cose più difficili da capire e superare è, come dici tu, la personalità dipendente; io in realtà mi sento un pò principessa triste, perchè aspetto l'uomo che mi salvi, e un pò personalità dipendente per la seconda situazione che ti ho descritto,
    Grazie e complimenti per il tuo blog! :)

    RispondiElimina
  3. http://www.mediafire.com/download/z897c7152532ti1/Bongley_Dead_-_Demo_n.3_(2014).rar

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email

 

Google+ Followers

Translate

Visualizzazioni totali

Lettori fissi

Blog Archive