12.11.13

Contro Lo Specchio.

Da molto tempo ho smesso di comprare riviste di intrattenimento, perchè all'interno mi ritrovavo solo con pubblicità di ogni tipo, e avevo quella sensazione di aver speso dei soldi per un giornale solo di figure.
Poi l'altro giorno per caso, la copertina di Glamour enunciava questo: "Dieta radicale: cronache di Donne stregate", così decido di comprarlo.


"Una donna inquieta cammina su un marciapiede cristallizzato dal freddo, le scarpe fanno tic tac come lancette di un orologio. La ragazza si ferma di fronte l'insegna di un negozio e rimane affascinata dalla vetrina, c'era l'abito che cercava. 
"Perchè non entri?", chiede una voce femminile di blu cobalto.
"Come ti chiami?"
" Sara".
La voce femminile sorride e le dice:"io Sarà".

L'abito viene sfilato dal manichino:" è l'ultimo aspettava te". Sara è di fronte allo specchio: "come sto?"
"Perfetto" dice Sarà.
Pausa.
"Peccato: Tirando un filo sulla vita".
"Si può allargare?"
"Scherzi?Non è l'abito che deve adeguarsi al corpo, è il corpo che deve essere all'altezza dell'abito."
"Già".
"Infatti tu hai modellato bene il tuo corpo deve esserti costato molto", dice Sarà.
"Sì, ma non basta mai".
"Certo, perchè il problema è sotteraneo e va estirpato alla radice".
Scusa se te lo chiedo ma come ti senti? Ti senti mai inquieta come se ti mancasse qualcosa?"
"A dire la verità, spesso".
"Ecco vedi, la tua anima si sta allargando".
"in che senso?"
"hai l'anima grassa".
"L'anima può ingrassare?"
"Oh sì fa più sensibile, morbida e dolce, e così si riempe di zuccheri, e di cellulite della specie peggiore e dura un'eternità."
"Se facessi una liposuzione"?
"l'unico rimedio è la psicosuzione".
"Fa male?"
Sarà sorride: "per niente è un intervento interiore basta pensarlo."
"Solo questo?"
"Hai già l'anima più magra". Sara esce dal negozio.
Il manichino sbuffa, "restringere le anime sta diventando troppo facile". 
Un soffio e il negozio scompare.


Tante ragazze, si sentono come Sara, che non amano il loro corpo e i loro difetti sono inacettabili. 
Sono concentrate nella ricerca del fisico perfetto, e l'unico obiettivo è essere magre. Un magro che non è mai abbastanza, le curve e i fianchi morbidi non sono ammessi, perchè lo specchio è un giudice supremo. Quando si trovano davanti a lui, si sentono inermi e indifese, e guardandosi, tutto ciò in cui credono, come per magia si materializza fino a parlarle nell'anima.
“Per essere belli bisogna volersi bene”.
“Ma come faccio a volermi bene se sono così brutto?”
Una prerogativa di molte ragazze, solo i belli possono amarsi, perchè oggi tutto  ruota a ciò che è bello e a ciò che è brutto, due meri concetti in un mare di parole.

























4 commenti :

  1. Bello!
    Ma come biasimarle, povere giovanissime, se vengono tartassate da questa idea in ogni situazione che vedono fin da piccine?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero....ma nn per tutte è così....il momento in cui non ci piacciamo è successo a tutte, ma oggi sembrano colpite da un virus.

      Elimina
  2. Fa davvero pensare... e molto! Grazie per questa condivisione.

    P.S.: per la foto, fai in tempo anche tutto il lunedì, non preoccuparti se non riesci entro la domenica sera. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te di essere passata e domenica sarò presente!!!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email

 

Google+ Followers

Translate

Visualizzazioni totali

Lettori fissi

Blog Archive