1.10.13

La Giungla Stradale ed Io.

Qual'è la cosa, o la situazione che maggiormente vi fa perdere le staffe?
Vi siete mai sentite come se dentro di voi ci fosse Hulk?
Sì, tutte le volte che prendo la macchina.
Lo confesso, e forse non dovrei, ma l'auto e il traffico mi trasformano in un mostro. 



Questo post, prende inspirazione dal momento in cui ho visto una Me che imprecava all'interno del suo abitacolo contro un'altra auto, solo perchè un anziano signore non aveva ancora deciso dove andare. Ero sulle mie due ruote e quando mi sono affiancata ho sorriso e ho pensato: "tutte uguali".
Siamo veramente tutte uguali noi donne al volante?
Non credo. 
Credo invece, che esistano diverse categorie: quelle che sanno veramente guidare, quelle sempre di fretta, nevrotiche e che con la ragione nella borsa di Louis Vitton e infine quelle completamente inadatte per qualsiasi tipo di veicolo. 
Poi ci sono io, quella che ha scelto la vita da rider, prima che le venisse un esaurimento nervoso costante. 
Io, in auto divento come la Regina di Cuori in Alice nel Paese delle Meraviglie: "Se io perdo le staffe tu perdi la testa".
La macchina è la situazione in cui tutta la mia pazienza e sangue freddo va completamente a farsi friggere, il mio Super Io prende il sopravvento e la mia calma si trasforma in vero istinto animale. 


 Quando sono in auto:
Odio la genta lenta e inabile, non quella che rispetta i limiti orari, ma quella che sta talmente vicino che non permette a nessuno di superare, creando file chilomentriche.
Odio le tipe che si fanno il SUV solo per il gusto di farselo, ma che sono totalmente incapaci nel gestirlo, trasformandosi così in quegli uomini che hanno l'uccello grosso ma non sono in grado di usarlo.
Odio, che per due gocce d'acqua la gente vada in preda al panico e nessuno sappia più guidare.
Per questi e altri svariati motivi, l'auto diventa sinonimo di ATTACCO DI BILE estrema. E' ciò che mi rende maggiormente nervosa e irritabile, arrivo a imprecazioni e gesti poco signorili, tanto che l'essenza femminile in quei momenti è lontana anni luce. 
Il mostro verde che è in me, è sempre in agguato pronto a strapparsi la maglietta, quando qualcuno le taglia la strada, o si trova a dormire al volante nell'attesa del semaforo verde o per quei furbi che vogliono passare avanti. 
Spesso mi sono domandata perchè perdo le staffe?
Ad oggi una risposta non l'ho ancora trovata, ho solo arginato il problema vivendo con le due ruote, investendo la mia energia in un modo migliore, ma poi quando mi trovo all'interno della giungla stradale con la mia auto tutto cambia, io sono lì e il mio stato di stress aumenta, la mia pseudo-tranquillità si riduce a i minimi termini, quello che non tollero per magia si materializza, e la regola PIOVE SEMPRE SUL BAGNATO diventa una legge assoluta.
L'immagine di me è quella con le vene gonfie nel collo e un pallore rosso valentino nel viso, ma tutto il resto del mondo ride e non può fare altro visto che tutto questo accade con finestrini chiusi.
Ps: Non sempre però...sorry! 





 

9 commenti :

  1. ahahahahah Marzia qui non avresti di questi problemi.. ;D
    baci

    RispondiElimina
  2. ahahah ..sono morta da ridere!!! beh credo di appartenere alla categoria avere sempre ragione ahimè....ma non sono come quelle tipe da Suv :)) me la cavo con l'auto ma anch'io mi arrabbio spesso....che dici sono da cura??:))

    RispondiElimina
  3. ...io morirò in una lite tra automobilisti...ma questo si sapeva...

    RispondiElimina
  4. Spero di non passarvi mai vicino in bici!!! :D

    RispondiElimina
  5. ahahah
    io mi sento spessissimo dentro ad Hulk.
    ti copierò questa espressione.

    baci

    http://nonsidicepiacere.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. copia ne sono felicissima che qualcuno vive la mia stessa sensazione :>)))

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email

 

Google+ Followers

Translate

Visualizzazioni totali

Lettori fissi

Blog Archive