18.6.13

Diventare Mamma#Considerazioni Contro Corrente.

Durante un venerdì sera come tanti altri due amiche si trovano a parlare e a fare bilanci delle loro vite. Entrambe amano e vivono con i loro compagni, entrambe dopo anni di amori sbagliati hanno trovato quello giusto. 
Oggi tutto e' stabile, è come avevano sempre desiderato, e così davanti ad un buon vino parlano e affrontano la questione: diventare mamma. 
L'età c'è, e i loro uomini da tempo sono pronti a i blocchi di partenza, ma per loro sembrano lontani anche gli spogliatoi e così si domandavano il perché.
Da sempre indipendenti e poco amanti dei bambini, con la reale percezione di non avere l'istinto materno, affrontano l'argomento in maniera diversa, si chiedono se vorrebbero davvero diventare mamme, avere dei figli. 

Non le piace pensare che sia arrivato il loro orologio biologico, quel momento in cui la maggior parte delle donne decidono di fare figli perchè altrimenti sarà troppo tardi. 
Esistono donne, che improvvisamente decidono di fare un bambino e quello si trasforma come l'obiettivo da raggiugere, tutto si concentra su questo, il resto si annulla, diventa superfluo. L'opinione maschile non ha importanza, non importa sapere cosa possono pensare o volere, per queste donne è inziato il conto alla rovescia.
Le due amiche si soffermano a riflettere, condannano tale atteggiamento e tali pensieri, molte intorno a loro hanno deciso di diventare mamme spinte da questa motivazione, o spinte dall'idea che in due siamo troppo pochi e dopo anni di convivenza non rimane altro che procreare. Per loro tutto questo è impensabile, se in due ti annoi o ami poco, come fai a voler diventare mamma? 
Un figlio può unire, ma anche dividere tantissimo.
Per volerlo davvero devi amare l'altro più di te.
Un figlio non deve essere un prolungamento di noi stesse.
Ma dietro a i loro discorsi inquisitori, si nasconde anche una grande paura, una paura fatta di cambiamenti veri e travolgenti, tra cui abbandonare i loro stili di vita e le loro due ruote e così si ripetono che non sono pronte, che non sono nate per fare la mamma.
E forse in parte sarà anche così.
Ma durante queste mille confessioni, una delle due amiche afferma questo: "il mio compagno lo vorrebbe, anche lui crede in quello che credo io, sa che non mi piacciono i bambini e mi ama, ma oggi mi rendo conto che io amo lui più di me e forse per questo motivo sto cambiando idea". 










8 commenti :

  1. sacrosanta verità, per fare un figlio bisogna amare l'altro più di te

    RispondiElimina
  2. è vero, che bella cosa che ha detto! io non vedo l'ora di avere un cucciolo.. non tutto mio ma tutto nostro.. sò di essere giovane.. ma sò anche che mi sento pronta da una vita, amo il mio uomo più di me.. sì è vero.. e un figlio, sicuramente nonostante l'impegno, ci completerebbe!
    ti abbraccio Marzia e grazie per questi spunti utili a cui pensare/riflettere!

    RispondiElimina
  3. per fare un figlio si deve amare l'altro, se stessi, avere istinto materno e tanta voglio di stravolgere la propria vita per un esserino che ha un bisogno immenso di amore ed attenzioni. Certo il cambiamento può far paura, il non sapere cosa accadrà, ma credo che se si ama e se si ha voglio tutte le paure di superano. Alla fine è un pò come andare in biciletta, sali timoroso, hai paura di cadere e farti male, ma poi alla fine pedali, ogni tanto prendi una curva, ma poi riprnedi il cammino. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per le tue parole.....la paura è tanta!

      Elimina
  4. è bellissimo il tuo articolo e mi ci rivedo tanto
    al giorno d'oggi è una scelta importante avere un bimbo
    e anche se l'amore cè la paura è sempre tanta ...

    http://lemonchicbeautyfashion.blogspot.it/

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email

 

Google+ Followers

Translate

Visualizzazioni totali

Lettori fissi

Blog Archive