1.3.13

La Piscina.

Avevo un pò di tempo libero e invece di starmene ben seduta e rilassata ho deciso che era il momento di mettere un pò di ordine nell'immenso caos che creo durante la settimana. 
In questi casi puoi trovare di tutto e infatti così è stato.  Mi è capitato tra le mani, nascosto in un cesto, un costume da piscina con tanto di cuffia in silicone color argento. 
Sono da sempre un'atleta. Adoro fare sport fin da quando ero piccola, e posso dire anche di essermi tolta qualche soddisfazione, ma una cosa che ho sempre odiato è la PISCINA.
Così quando ho ritrovato questo pezzo unico, mi è venuto da sorridere, e ho ripensato alla decisione più strampalata, che presi proprio quando frequentavo il mondo acquatico.
Scelsi questa disciplina sull'onda del amica del cuore, che mi convinse anche grazie al fatto che avremmo avuto un signor culo. Il gran culo non è mai arrivato, ma in compenso arrivarono tante risate. 
Odiavo quel costume così antifemminile, ma soprattutto odiavo la cuffia. Io credo che sia l'oggetto più antiestico dell'intera galassia. Neanche se hai il viso di Charlize Theron ti salvi. 

Ma volevo il fisico, quindi bisognava avere la cuffia. Non so per quale oscuro motivo ma a me la cuffia stava malissimo, sicuramente peggio degli altri, visto l'evidente testa a pinolo che mi faceva. Proprio per questo motivo, mai e poi mai mi sognavo di ricevere un apprezzamento proprio su ciò che odiavo di più. In piscina c'era lui, l'istruttore. Come da copione, sapeva l'immenso dono che la natura gli aveva dato, e sfoggiava con tanta disinvoltura il suo fisico. Ma sempre da copione un uomo così, non va calcolato. Poi un giorno nella mia peggiore tenuta, Mister fisico inzia una corte serratissima. Ogni volta che arrivavo mille parole sdolcinate, quasi insuliniche, e sempre cavalcando l'onda mi dissi: "perchè no?" e  così una sera decidemmo di uscire. Tutto proseguì nel migliore dei modi fino a quando lui fece una deviazione e mi disse: "ti ho fatto una sorpresa"- e mi portò alla piscina. 
Mister Fisico aveva creato l'atmosfera giusta, con luci soffuse e scaldando l'acqua, ma era talmente tutto costruito, che mi venne da sorridere, e allora per fare cosa gradita lui mi disse: "perchè ridi sei bellissima sai? tu sei bella anche con la cuffia".

Secondo voi come si è conclusa la serata? 







 

4 commenti :

  1. Beh da quello che hai scritto spero che tu non sia rimasta odio quel genere di uomini così sicuri di se..cosi uguali...gli hai riso in faccia??

    RispondiElimina
  2. Grande!
    Ma te la sei tolta la cuffia eh?! ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email

 

Google+ Followers

Translate

Visualizzazioni totali

Lettori fissi

Blog Archive