23.1.13

Perchè Controlliamo?



Spesso la nostre giornate sono tutte uguali, così organizzate e pre-programmate che non ci poniamo neanche il problema di quanto teniamo tutto sotto controllo.
Noi essere umani tendiamo a controllare tutto quello che circonda, e spesso vorremmo controllare anche ciò che è incontrollabile.
Perchè controlliamo?
Questa domanda la pongo spesso ai miei pazienti e la risposta a prescindere dalla problematica è sempre la stessa: controllo perchè mi fa stare bene.
In parte se ci riflettete è vero. Il controllo fornisce sicurezza e tranquillità, spesso è pensato perchè tutto diventa più semplice e più prevedibile, ed è proprio per questo che sempre più persone tendono a controllare il loro mondo.
Ma quanto costa controllare?
Molto, anzi moltissimo. Pur quanto quella sensazione di prevedibilità renda tutto più sicuro e più semplice, in realtà alla lunga ha un costo elevato su le nostre risorse mentali, perché all'arrivo di un banale imprevisto molti vanno in crisi. 
Viviamo in una società, dove per contratto non posso esistere imprevisti, dove tutto deve seguire un percorso predefinito e pre-impostato. Una società che conduce lontano da sensazioni di leggerezza e di imprevedibilità.

Ci illudiamo di poter controllare la nostra vita, i nostri figli, i nostri mariti dagli imprevisti, ma  gli imprevisti esistono ed esisteranno sempre. Noi esseri umani costruiamo delle mappe attendibili ed efficaci per perseguire i nostri scopi e obiettivi, e l'aspettativa di un controllo assoluto delle situazioni genera ulteriori strategie per raggiungere la meta. Tutto questo toglie quel margine di incertezza, di brio che spesso la vita necessita.
Facciamo di tutto.
Ci battiamo per avere un controllo assoluto per vivere meglio, ma quel controllo non esiste. E Meno male.

Una vita senza imprevisti, una vita dove tutto è prevedibile e così scontato, dove conosci già il finale di tutte le storie:è una vita vuota e noiosa. 








 

 
 

4 commenti :

  1. Io sono una maniaca del controllo, come dici te, mi fa star bene. E sono convinta che poi tanto non ci si rimetta, perchè se controlli, il più delle volte prevedi. Poi ovvio, ci sono degli imprevisti che non puoi prevdere, e di conseguenza vanno affrontati.
    Hai scritto questo post in un momento particolare della mia vita, dove un imprevisto ha buttato giù gran parte dei miei sogni, però credimi, se ci fosse stato maggior controllo, maggior attenzione, maggior cura, si sarebbe potuto evitare.
    Sono andata in crisi, e ci sono andata perchè non è stata una cosa dipesa da me, io ne sono stata vittima passiva.
    Gli imprevisti esistono, ed è giusto così, ma controlalre significa gestire, monitorare, significa (ripeto) spesso prevedere.. no?

    RispondiElimina
  2. Il controllo serve proprio a prevedere e su questo hai ragione. Quando uno è vittima passiva di un evento perlopiù considerato molto importante è legittimo che tu sia andata in crisi. Ma ciò che ti consiglio di non fare, è di ruminare e ruminare a lungo su quanto non hai controllato, su quanto non hai fatto attenzione, questo ti farebbe aumentare solo la rabbia o dispiacere credimi.

    RispondiElimina
  3. eeeh... ficcarselo in testa quanto è importante l'imprevisto. ci casco anche io, ogni tanto, nelle manie di controllo. poi però non mi sopporta più nessuno! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh comprendo benissimo......anch'io divento una gran rompi Balle...;)))

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email

 

Google+ Followers

Translate

Visualizzazioni totali

Lettori fissi

Blog Archive